RISTRUTTURARE CASA RIQUALIFICANDO L’INVOLUCRO: TETTO, PARETI, PORTE E FINESTRE

5
(2)

Cosa potrebbe accadere se, dopo aver ristrutturato con cura la tua abitazione, fossero abbattute anche del 25%, o più, le dispersioni termiche invernali?

La prima conseguenza sarebbe risparmiare centinaia di euro all’anno in spese di riscaldamento!

Il dato preciso del risparmio (dal 25/35% fino ad arrivare al 60 o 70%) varia da edificio ad edificio, dal tipo di intervento che si effettua e da parametri sempre diversi caso per caso.

Ma una cosa è sicura, e posso garantirla: riducendo le dispersioni della tua casa vivrai in maniera più confortevole e sana, risparmiando sui costi energetici.

Riassumendo:

  • Risparmio economico sui costi di riscaldamento
  • Maggior comfort

Intervenendo con l’efficientamento, si creeranno però dinamiche differenti da quelle a cui tu e la tua famiglia eravate abituati.

Perciò dovrai fare molta attenzione a come gestire le nuove dinamiche, dopo te ne parlerò, così potrai evitare spiacevoli sorprese.

Ma torniamo a noi, decidendo di ristrutturare casa, esiste un modo per essere sicuri di investire al meglio i propri soldi ed evitare di concentrarsi su lavorazioni che potrebbero non portare i risultati ambiti?

Sì! Con una corretta analisi preventiva in fase di progetto, in questo modo potrai essere sicuro di centrare gli obbiettivi prefissati.

Servono solo un po’ di apertura mentale ed una buona consapevolezza.

Oltretutto, riqualificando l’intero involucro farai un enorme regalo al tuo pianeta ed ai suoi abitanti, perché ridurrai sensibilmente le emissioni di Co2 e farai parte di un concreto movimento diretto verso il miglioramento ambientale.

RISTRUTTURARE CASA:
I 3 ELEMENTI FONDAMENTALI DELL’INVOLUCRO ABITATIVO: TETTO – PARETI – SERRAMENTI.

I tre elementi fondamentali dell’involucro sono proprio questi:

  • Tetto
  • Pareti
  • Serramenti

Più tardi ti parlerò anche di un quarto elemento essenziale, ma ora concentriamoci su questi primi tre.

È molto importante, sia che si parli di nuova costruzione che di riqualificazione di un edificio, che questi tre elementi siano isolanti e collegati correttamente l’uno all’altro per evitare infiltrazioni di aria o di acqua, e soprattutto evitare disomogeneità geometriche che potrebbero creare ponti termici e a loro volta causeranno, quasi certamente, formazione di muffe e condensa sulle superfici interne.

Hai presente le fastidiose ed antiestetiche macchie nere che si formano negli angoli delle stanze o nella parte superiore della parete, proprio in corrispondenza del solaio del terrazzo, quelle macchie nere sono spore di muffa che proliferano sui punti più freddi delle tue pareti, solitamente nelle camere da letto o nei bagni (le stanze più umide) e proprio in corrispondenza di terrazzi passanti o pilastri.

Per questo è importante simulare l’intervento e progettare al meglio le soluzioni da applicare all’involucro.

Tetto: Oltre a riparare dalla pioggia e dalla neve in inverno, il tetto deve essere correttamente isolato per proteggere sia dal freddo che dal calore estivo.

Pareti: Le pareti fanno parte integrante della struttura portante, su di esse solitamente sono applicati gli isolamenti (interni o esterni) e nella parte interna gli impianti.
È importante che anche tutti gli impianti siano efficienti dal punto di vista delle dispersioni termiche.

Serramenti: La parte più critica e complessa dell’involucro edilizio, i serramenti devono:

  • Proteggere dal caldo e dal freddo
  • Proteggere dai rumori
  • Proteggere dagli agenti atmosferici

Verrebbe da dire: “Sì, come le pareti ed il tetto, in fondo!”

Vero, ma devono anche:

  • Fare passare luce naturale
  • Fare passare calore nel periodo primaverile ed autunnale
  • Mantenere il caldo all’interno nel periodo invernale
  • Mantenere il fresco nel periodo estivo
  • Creare un passaggio comodo e funzionale da interno ad esterno

Tutto questo in pochi centimetri di spessore ed essendo trasparenti e sicuri.

Ed è proprio per questo che sono l’elemento più critico del sistema involucro.

RISTRUTTURARE CASA:
RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA DEL TUO EDIFICIO, COMFORT ABITATIVO E VMC

Per riqualificare la tua abitazione correttamente ed in maniera calcolata sarà necessario investire tempo per capire come intervenire e che tipo di materiali/applicazioni adottare.

Bisognerà necessariamente valutare preventivamente come coibentare in maniera efficiente l’involucro e quali soluzioni scegliere.

Sarà necessario rendere più omogenee possibili le prestazioni termiche di tetto, pareti e serramenti per puntare non solo al risparmio energetico, ma anche al comfort abitativo.

Ristrutturando casa ti troverai ad affrontare diversi interventi e, magari, saranno interventi da eseguire con migliorie energetiche di tipo diverso:

  • Cappotto termico
  • Porte e finestre
  • Tetto coibentato 
  • Ventilazione meccanica controllata VMC

Dei primi tre elementi abbiamo già visto alcuni aspetti, ma connessi in maniera corretta al quarto elemento (VMC) potrebbero essere determinanti per ottenere:

  • Comfort Abitativo
  • Ambienti sani
  • Risparmio Energetico

RISTRUTTURARE CASA:
COME GARANTIRE ALL’IMMOBILE VALORE NEL TEMPO

L’involucro della tua casa, se ristrutturi o riqualifichi correttamente, non sarà soggetto ad ammaloramenti o marcescenze dovute ad infiltrazioni di aria o acqua, muffe o condensa, quindi è l’unico intervento che, se effettuato con disciplina, potrà garantirti un vero valore costante nel tempo.

L’involucro termico quindi sarà composto dai 4 elementi:

  • Cappotto termico
  • Porte e finestre
  • Tetto coibentato 
  • Ventilazione meccanica controllata VMC

È fondamentale esaminare seriamente la corretta coesistenza di questi elementi.

Progettare in modo disconnesso e disomogeneo non porterà i risultati attesi.

Potresti anche pensare che ristrutturare la tua casa e portarla fino alla Classe Energetica A (Legge 10), con i soli apporti energetici da fonti rinnovabili, sia la soluzione giusta.

In alcuni casi può anche esserlo!

Devi però essere consapevole che per riscaldare, o raffrescare, utilizzerai comunque molta, a volte moltissima energia, anche se da fonti rinnovabili, ed il comfort della tua casa potrebbe non essere all’altezza delle tue aspettative.

Come supporto a chi vuole costruire o ristrutturare in maniera efficace esistono due protocolli validi, scrivimi pure a questo indirizzo per saperne di più info@finestratrapuntozero.it

Questi due protocolli, seppur diversi tra loro, puntano all’efficienza dell’involucro ed al comfort abitativo.

Ne parlerò in maniera più approfondita in altri articoli.

RISTRUTTURARE CASA:
NUOVE PORTE E FINESTRE PER UN INVOLUCRO EFFICIENTE

Ancor prima di iniziare con l’intervento dovrai concentrarti su diversi fronti:

  • impianto elettrico
  • disposizione degli arredi
  • pavimento e rivestimenti
  • cartongesso
  • illuminazione
  • arredi
  • sanitari, ecc.

Spesso l’involucro ed i nuovi serramenti vengono messi, come livello di importanza, al pari di questi elementi ma ti consiglio di valutarli in maniera più scrupolosa e preventiva, già in fase di progettazione.

Porte e finestre sono fondamentali! Occupano mediamente il 30-35% delle pareti di casa. 

Devi considerarle uno degli elementi che, in ambito di un efficientamento energetico, se progettati bene, ti daranno risultati concreti, toccabili con mano e con il portafoglio.

RISTRUTTURARE CASA:
LA PROGETTAZIONE ENERGETICA QUANTO INCIDE NELLA RISTRUTTURAZIONE O NELLA RIQUALIFICAZIONE?

Hai scelto i nuovi infissi, hai deciso di coibentare il tetto e anche che cappotto termico installare ma… non sei ancora certo del risultato a fine lavoro.

C’è una sola cosa da fare! Affidarti ad un valido Progettista!

Sarà sicuramente impegnativo all’inizio, ma se il progetto parte bene è facile che si continui sulla buona strada.

Sul nostro territorio (Forlì, Cesena, Ravenna, Bologna) ci sono diverse figure “giuste” per accompagnarti in questo complesso passaggio.

Gli interventi energetici non devono essere svolti con il vecchio modo di fare.

Al giorno d’oggi esiste la possibilità di simulare con appositi software ed avere, ancor prima di cominciare i lavori, una precisa linea guida per definire gli interventi da effettuare. 

RISTRUTTURARE CASA:
UN BUON PROGETTO ENERGETICO PER SAPERE QUANTO CONSUMERA’ LA TUA CASA AL METRO QUADRO/ANNUO

Lascia perdere i progettisti che in prima battuta ti sottopongono la questione dei colori o delle finiture! Cerca, per prima cosa, un Progettista Energetico che lavori per te e per le tue esigenze!

Che sia disposto a mettere a disposizione le competenze tecniche adatte a tutelare i soldi che investirai e che ti garantisca, a fronte di un buon progetto, comfort e benessere abitativo!

Solo in seguito deciderai a chi affidare il design e l’estetica.

Detesto quando, durante il primo incontro con un progettista per esaminare il progetto di un cliente, mi vengono richiesti colori e finiture in prima battuta.

E’ controproducente! Si sta spostando l’attenzione su elementi secondari!

E se sulla tua strada trovi figure di questo tipo, allontanati o allontanale dal tuo progetto!

Definito progetto, involucro e dettagli costruttivi importanti allora, ma solo allora, dedicati all’estetica e ai vezzi.

RISTRUTTURARE CASA:
PROGETTA TUTTO ED ESIGI INTERVENTI GARANTITI NEL TEMPO E NEL RISULTATO

L’obbiettivo costante deve rimanere quello di investire bene il proprio denaro essendo sicuri di ottenere il massimo comfort abitativo

Gli ultimi 3 consigli:

  1. Mettiti nelle mani di un progettista che ti affianchi e ti guidi sulle scelte importanti e cerca di non sopra valicarlo nel volere prendere decisioni per le quali non sei competente! Sarebbe inutile, e se nella vita ti occupi di altro, dettare le regole per l’efficientamento energetico della tua casa è controproducente! Farà perdere tempo a te e alle figure coinvolte.                            
  2. Affianca al Progettista un Architetto o un Designer, se non sarai tu ad occupartene direttamente, che sappia far combaciare le tue esigenze estetiche e di design con quelle energetiche. Qui puoi sbizzarrirti nelle scelte che vorrai valutare!                                                                                                                                             
  3. Richiedi le garanzie sui servizi ed i prodotti che ti saranno forniti, sembra banale ma è cruciale, un servizio o un prodotto è valido solo se garantito nel tempo soprattutto se parliamo di edilizia e del ciclo di vita della tua casa.

E’ possibile, te lo assicuro! Segui queste regole e come risultato otterrai un servizio professionale, da parte di tutte le figure coinvolte, ed una garanzia nel tempo che darà maggiore valore alla tua casa.

Se sei in procinto di costruire o ristrutturare casa ed hai bisogno supporto per orientarti su una scelta complessa come quella dei serramenti per la tua abitazione, richiedi la mia consulenza!

Valuteremo assieme quale sia la soluzione migliore per il tuo progetto rispettando il budget stabilito e progetteremo l’ottimizzazione dei fori finestra del tuo edificio senza scendere a compromessi.

Se vuoi scoprire come richiedere la tua consulenza, non devi fare altro che compilare il form che trovi in fondo a questa pagina.

Quanto ti è stato utile questo articolo?

Clicca sulle stelle per votare!

Voto medio: 5 / 5. Coteggio voti: 2

Andrea Poletti

Andrea Poletti

Andrea Poletti, titolare della mia azienda che si occupa di consulenza, progettazione, produzione e posa in opera nel settore dei serramenti e complementi.

“Fin da ragazzino sono cresciuto con lo scricchiolio dei trucioli sotto ai piedi, dal 2001 mi occupo di costruire ed installare personalmente porte e finestre, solo in seguito con il passare degli anni sono diventato consulente tecnico e venditore”.

Ho ideato il sistema FINESTRA 3.0 ed applicato, assieme a mio fratello e socio Paolo, alla nostra azienda.

“Faccio parte della seconda generazione di serramentisti ed i principi morali che mi caratterizzano non sono cambiati da quelli che rappresentavano mio padre nei primi anni 70, dedizione, educazione e rispetto”

La mia azienda in questo mi rispecchia e tutto ruota attorno a competenza, organizzazione e formazione, lo stesso vale per il mio sistema costruito sulla coerenza, sulla fiducia e sulla responsabilità delle persone.