PREVENTIVO FINESTRE: COME RICHIEDERLO?

PREVENTIVO FINESTRE POLETTI
5
(2)

PENSA AL PREVENTIVO CHE TI È STATO CONSEGNATO:
COSA DEVI TROVARE NELLE DESCRIZIONI?
COME ESSERE TRANQUILLI PRIMA DI FIRMARE?

La scora settimana, durante un incontro con Claudio e Lucia, una coppia di clienti, ci siamo soffermati ad analizzare la loro esperienza con “il preventivo delle finestre” e del perché la loro ricerca del fornitore giusto fosse durata oltre un anno, prosciugandoli di tempo ed energie, facendo dentro e fuori dai vari showroom della zona.

Forse ti stai trovando anche tu nella stessa situazione.

Una delle titubanze maggiori, sottoposta da Claudio e Lucia, era proprio questa:

“Cosa devi trovare nelle descrizioni dell’offerta prima di firmare?”

Magari te lo starai chiedendo anche tu. Probabilmente stai per acquistare le tue nuove porte e finestre, e forse sei ancora in tempo per fare una scelta consapevole che ti eviterà problematiche future.

O forse le hai già firmato il “preventivo”… e stai leggendo questo articolo perché purtroppo hai già avuto grattacapi. Oppure sei indeciso, devi ancora iniziare i lavori e il mio blog per te è una “manna dal cielo”.

Ad ogni modo sono sicuro che troverai questo articolo veramente interessante!

Troverai molti spunti che ti aiuteranno ad evitare i problemi già in fase di preventivazione.

PREVENTIVO FINESTRE:
COSA TROVI DESCRITTO SOLITAMENTE

Negli ultimi articoli ho parlato tanto della “Consulenza”, di come viene svolta direttamente a casa tua o in cantiere, del REPORT e del PROGETTO DEI LAVORI che prepariamo a seguire, in modo piuttosto approfondito.

In altri articoli ti ho raccontato come chiedere un preventivo, senza conoscere alcun aspetto su “Porte e Finestre”, sia uno degli errori più gravi che si possano commettere. Se ancora non li hai letti, ti consiglio di farlo appena possibile. Sono molto importanti per te che devi acquistare le tue nuove finestre e vuoi evitare perdite di tempo e problemi sicuri.

Ora torniamo a noi! In questo articolo, voglio illustrarti quali sono le descrizioni che un’offerta deve necessariamente contenere prima di essere accettata e controfirmata.

Non mi riferisco alle “Condizioni Contrattuali” che, comunque, sarebbe buona abitudine firmare, e che generalmente vengono allegate alla conferma d’ordine direttamente dal venditore. Ma non voglio concentrarmi su questo aspetto perché i proforma variano da azienda ad azienda e sarebbe necessario un articolo approfondito solo per questo argomento.

Nella maggior parte dei casi, l’accettazione dell’offerta si stipula con la firma del preventivo che, mi auguro, dettagli almeno:

  • Profilo serramento completo di descrizione tecnica
    Quelle sigle e quei valori tecnici che solitamente ti rifiuti di leggere, perché scritti in aramaico e quindi incomprensibili.
  • Quantità e tipologie
    Se sei tra i fortunati questa parte si compone di:
    Disegno, dimensioni e tipo di apertura (battente, ribalta, scorrevole, etc,)
  • Voce “Posa in Opera”
    La maggior parte delle descrizioni indica “Montaggio Finestre a regola d’arte” o “Posa certificata”
  • Prezzo Complessivo
    Imponibile, quindi senza IVA.

So per certo che l’unica cosa che ti è estremamente chiara è il PREZZO!

Non te ne faccio una colpa, sia chiaro! Non puoi essere esperto di porte e finestre: nella vita, ti occupi di altro. 

Piuttosto la colpa è del nostro settore, più nello specifico di noi tecnici o venditori che non siamo capaci di rendere comprensibili – ai non addetti ai lavori – termini e tecnicismi.

Infine quali sono le voci che, solitamente, leggi a fondo preventivo?

  • Trasporto e ritiro al piano (solitamente incluso);
  • Termini di consegna;
  • Modalità di Pagamento.

Stai pensando:

“Ok! Mi sembra che ci sia descritto tutto”

Però ti pongo una domanda:

“Cosa stai acquistando?”

Le nuove porte e finestre, certamente sarà la tua risposta.

 

PREVENTIVO FINESTRE:
COSA STAI COMPRANDO?

Facciamo un passo indietro.

Se le finestre fossero dei soprammobili o delle suppellettili per casa tua, basterebbe quanto descritto sopra. Si tratterebbe di un oggetto fine a se stesso, e il preventivo descritto in questa maniera sarebbe sufficiente.

Ti faccio un esempio.

Vedi un divano in negozio, ti fai fare un preventivo dal mobilificio, ti specifica i materiali con cui e fatto, il fusto in legno, le sedute, i cuscini, il tessuto e le cuciture rinforzate ecc…

Trasporto, consegna e prezzo.

In questo caso è ok!

Un divano è fine a se stesso, deve essere robusto, comodo e delle giuste dimensioni, è facile sceglierlo!

Purtroppo per le finestre non è così, oltre ad essere vendute, vanno anche progettate e posate!

Se hai avuto modo di leggere altri articoli sul blog finestra 3.0, avrai capito che, in un intervento di installazione o sostituzione delle nuove finestre, l’aspetto principale e più critico è la progettazione della posa in opera.

Forse nessuno dei serramentisti che hai incontrato fino ad ora te lo ha detto in maniera chiara, e sai perché?
Perché hai parlato con dei venditori che vivono di provvigioni e non con dei tecnici consulenti.

PREVENTIVO FINESTRE:
IL VENDITORE

Sarai sicuramente in confusione, d’altronde siamo sempre stati abituati a parlare con dei venditori prima di acquistare qualcosa.

Solo raramente, nel caso in cui si tratti di qualcosa di complesso, parliamo con dei consulenti, prima di acquistare qualcosa.

Le finestre, tuttavia, non sono un prodotto semplice, credimi! Parliamo di uno degli elementi più critici e complessi della tua abitazione.

Ripeto, se fossero dei soprammobili potresti parlare direttamente con un venditore, ma siccome vanno progettate, costruite ed installate, devi assolutamente relazionarti con un consulente che ti dia supporto a 360 gradi.

Sapevi che la maggior parte delle persone ignorano completamente l’importanza della progettazione della posa in opera, e quando capiscono quanto sia importante, ormai è troppo tardi?

La progettazione della posa in opera di un serramento e la sua installazione valgono più del 80% sulla riuscita del lavoro!

Più del 80%, ma purtroppo nel preventivo, ancora si parla di “Posa a regola d’arte” o “Posa certificata”.

Ti ritrovi con 3 pagine di preventivo (nella migliore delle ipotesi), e solo 4 parole che parlano dell’installazione… E il progetto? Neanche accennato.

Non credi anche tu che ci sia qualcosa di sbagliato? 

Più del 80% d’importanza e meno di 4 parole dedicate alla posa in opera sul preventivo.

Stiamo parlando proprio di quel preventivo che stai per accettare e che diventerà insindacabilmente un contratto di vendita a tutti gli effetti!

PREVENTIVO FINESTRE:
L’IMPORTANZA DEL PROGETTO DEI LAVORI 

Arrivato fino a qui, ora capisci il perché della titubanza di Claudio e Lucia? Dopo aver letto alcuni miei articoli e dopo aver richiesto alcuni preventivi a vari serramentisti e showroom, si sono accorti che qualcosa non quadrava.

Ma, oltre a quelle 4 parole, cosa dovrebbe contenere un’offerta prima di essere firmata ed accettata? Di seguito trovi quello che solitamente consegniamo ai nostri clienti.

Ti anticipo però che, come da nostro protocollo Finestra Tre Punto Zero (Tre Garanzie Zero Problemi), non consegniamo un preventivo, ma qualcosa di estremamente diverso, il nostro “Progetto dei Lavori”.

Il “Progetto dei Lavori” non è il classico preventivo di tre paginette. 

Il “Progetto dei Lavori” è composto da circa 20 – 30 pagine, in cui riporto tutti quelli che sono i problemi e le criticità di cui si è discusso durante la consulenza, e delle soluzioni da me consigliate. 

È una vera e propria relazione con tutti gli errori da evitare in fase progettuale ed operativa.

Infine, sempre nel Progetto dei Lavori, elenco tutti quelli che sono i documenti che saranno consegnati una volta che deciderai di affidarti a me, e nello specifico:

– Garanzia. A differenza di tutti gli altri che si limitano ai due anni di garanzia di legge, noi siamo talmente sicuri del nostro SISTEMA DI LAVORO e del nostro protocollo che siamo andati ben oltre. Offriamo una garanzia che copre per 10 anni eventuali problemi di posa in opera a noi imputabili. Hai capito bene: 10 anni!

– Conferma D’Ordine. Saranno dettagliati tutti i materiali, le soluzioni scelte.

– Schemi Esecutivi. Unitamente al capitolato forniamo tutti i disegni con i dettagli esecutivi progettati per le tue esigenze, in maniera da evitare incomprensioni.

– Elenco Tempistiche. In questo modo sarai sempre aggiornato su quelle che sono le fasi di cantiere e le tempistiche da rispettare.

– Manuale per impresa e figure coinvolte. Per supportare i vari professionisti coinvolti nei “fori finestra”.

Come puoi vedere tutto questo è ben diverso dall’accettare un preventivo. Tutto questo fa parte del nostro SISTEMA e viene dettagliato già all’interno del nostro “Progetto dei Lavori”.

Il “Progetto dei Lavori” viene redatto a seguito della consulenza, di cui parlavo precedentemente, con relativo REPORT e dunque è sempre personalizzato sulla base delle richieste, esigenze e problematiche del cliente e dell’abitazione presa in esame.

Vuoi ancora firmare un preventivo di tre pagine?

Sei sicuro che ti metta nelle condizioni di essere tutelato? E se qualcosa dovesse andare storto?

 

Se vuoi scoprire come richiedere la tua consulenza, non devi fare altro che compilare il form che trovi in fondo a questa pagina.

 

Quanto ti è stato utile questo articolo?

Clicca sulle stelle per votare!

Voto medio: 5 / 5. Coteggio voti: 2

Andrea Poletti

Andrea Poletti

Andrea Poletti, titolare della mia azienda che si occupa di consulenza, progettazione, produzione e posa in opera nel settore dei serramenti e complementi.

“Fin da ragazzino sono cresciuto con lo scricchiolio dei trucioli sotto ai piedi, dal 2001 mi occupo di costruire ed installare personalmente porte e finestre, solo in seguito con il passare degli anni sono diventato consulente tecnico e venditore”.

Ho ideato il sistema FINESTRA 3.0 ed applicato, assieme a mio fratello e socio Paolo, alla nostra azienda.

“Faccio parte della seconda generazione di serramentisti ed i principi morali che mi caratterizzano non sono cambiati da quelli che rappresentavano mio padre nei primi anni 70, dedizione, educazione e rispetto”

La mia azienda in questo mi rispecchia e tutto ruota attorno a competenza, organizzazione e formazione, lo stesso vale per il mio sistema costruito sulla coerenza, sulla fiducia e sulla responsabilità delle persone.